Bando Pirp

Scheda di dettaglio

 

 

COMUNE DI NOVOLI

- Provincia di Lecce -

SETTORE "AREA TECNICA"

tel.: 0832 712154

fax: 0832 712005

piazza A. Moro n. 1   73051 NOVOLI

 

AVVISO PUBBLICO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L'INCLUSIONE,

NEL "PROGRAMMA INTEGRATO DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE (PIRP)",

DI PROPOSTE DI INTERVENTO FINANZIATE CON RISORSE AGGIUNTIVE RISPETTO

A QUELLE PREVISTE DAL BANDO REGIONALE.

 

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

Visti:

§          Il bando di gara, pubblicato nel B.U.R.P. n. 81 del 29/06/06 e modificato con Deliberazione di Giunta Regionale n.1542 del 13.10.2006, per l'accesso ai finanziamenti per la riqualificazione delle periferie (PIRP);

§          L'art. 1.1 del bando regionale, secondo il quale i PIRP sono finalizzati alla rigenerazione delle periferie urbane, siano esse luoghi fisicamente esterni o interni alla città consolidate, resi marginali dai processi di sviluppo contemporanei ed afflitti da gravi problemi di degrado fisico, sociale ed economico;

§          L'art. 2.4 dello stesso bando, secondo il quale i Programmi possono essere compresi anche nei centri storici ove sussistono comparti di edifici particolarmente degradati e carenza di infrastrutture e servizi; 

§          l'art. 3.1 dello stesso bando, secondo il quale, detti programmi devono avere le caratteristiche di programmi integrati, comprendenti una molteplicità di interventi e la compartecipazione di soggetti pubblici e/o privati, che concorrono alla realizzazione del Programma con proprie risorse finanziarie;

§          la deliberazione di Giunta Regionale del 27.03.2007 con la quale si prorogava al 15 maggio la presentazione alla Regione Puglia delle domande di finanziamento dei PIRP.

§          La deliberazione di Giunta n. 60/207 e la determinazione dirigenziale n. 271 del 04.04.2007.

Considerato:

§          che con deliberazione di Giunta n. 60/207 il Comune di Novoli ha assunto l'indirizzo politico-amministrativo di partecipare al bando di gara per l'accesso ai finanziamenti dei Programmi Integrati per la Riqualificazione delle Periferie (PIRP);

§          che gli obiettivi che si intendono perseguire all'interno dell'area individuata dall'amministrazione comunale, delimitata dalle seguenti arterie: via Lecce, via S. Stefano, via Guerrieri, Piazza Regina Margherita ed includente anche vico Mazzotti, vico Silvio Pellico, via Brodolini e via G. D'Annunzio, sono i seguenti:

-             rinnovare i caratteri edilizi di un patrimonio immobiliare inutilizzato e/o non più rispondente ai bisogni dei proprietari;

-             incrementare la funzionalità del contesto urbano, accrescendo la dotazione dei servizi, del verde pubblico e delle opere infrastrutturali, per migliorare la qualità dell'area di intervento;

-             assicurare il risparmio nell'uso delle risorse naturali disponibili ed in particolare il contenimento delle risorse energetiche e la promozione di metodi costruttivi rispettasi dell'ambiente;

-             migliorare la qualità dell'abitare;

-             favorire miglioramenti sociali ed economici del quartiere, creando a tal fine sinergie fra gli interventi previsti dal PIRP e altri strumenti e risorse finanziarie;

-             accrescere la disponibilità di alloggi offerti in affitto a canone concordato, anche con patti di futura vendita, da destinare ad anziani, giovani coppie, ecc. e promuovendo l'edilizia sociale sperimentale;

-             incrementare l'occupazione e l'iniziativa imprenditoriale locale.

§          che tra i criteri di valutazione dei programmi, riportati all'art. 7 del bando regionale, vi è anche la presenza di ulteriori finanziamenti pubblici e privati;

Considerata, infine, l'esigenza di dare opportuna e adeguata pubblicità all'iniziativa e di operare una ricognizione circa le concrete possibilità di attivazione di investimenti privati nell'ambito interessato dal programma, attraverso un avviso pubblico predisposto nella forma dell'invito alla manifestazione d'interesse;

INVITA

i soggetti di cui all'art. 1.5 del bando regionale (ovvero: IACP, Enti, Cooperative, Imprese, Associazioni, Privati, Organizzazioni sindacali, Parrocchie ecc.) a manifestare il proprio interesse alla partecipazione al programma "PIRP" di NOVOLI, mediante la presentazione di proposte d'intervento coerenti con le norme del bando stesso e con i criteri di seguito specificati.

 

A)    CONTENUTI DELLE PROPOSTE

1.    Le proposte devono essere caratterizzati da un'idea di rigenerazione del quartiere (sia essa legata alle caratteristiche del quartiere stesso, alla sua identità e/o alle istanze di particolari gruppi di abitanti), in grado di legare tra loro i diversi interventi e di dare impulso ad altre iniziative future, che imprimano continuità ai processi innescati dai PIRP anche al di là della durata dei Programmi.

2.    Così come indicato dall'art. 4.5 del bando regionale, le proposte dovranno riguardare:

a)    interventi di edilizia residenziale convenzionata e/o agevolata;

b)    opere e progetti infrastrutturali, strutture per servizi ed interventi residenziali non residenziali finanziabili con risorse pubbliche e/o private per le quali vanno individuate idonee garanzie atte ad assicurarne la completa realizzazione;

c)     realizzazione di servizi a favore della collettività e di enti pubblici;

d)    produzione e realizzazione di attività, anche con fini di lucro, volte alla riqualificazione edilizia e/o urbanistica, del tessuto socio-culturale ed economico ed alla incentivazione della occupazione;

e)    al fine di una maggiore integrazione, è auspicata l'inclusione nei PIRP anche di ulteriori tipologie di opere, realizzate con risorse private o pubbliche, eventualmente provenienti da programmi regionali di settore o da programmi comunitari.

3.    Gli interventi proposti dovranno, inoltre, essere compatibili con quanto indicato dal punto 3.3 del bando regionale.

4.    Per ogni chiarimento in merito al presente avviso, gli interessati potranno rivolgersi al Settore "Area Tecnica", presso la sede Municipale, nei giorni di martedì, dalle ore 16,00 alle ore 18,00 e di giovedì dalle ore 11,30 alle ore 13,00  .

 

B)    MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

1.    sintetica relazione che illustri la proposta d'intervento nei seguenti aspetti:

a)    generalità e caratteristiche del soggetto proponente;

b)    inquadramento della proposta nel contesto di riferimento;

c)     descrizione dell'area, dei luoghi e dei fabbricati oggetto della proposta d'intervento, per gli interventi che includano aree, luoghi, fabbricati ;

d)    tipologia della proposta e descrizione sommaria dei contenuti urbanistici, edilizi e funzionali; produttivi, tecnologici; sociali ed economici;

e)    stima dell'investimento previsto;

f)      ogni altro elemento o documento utile alla valutazione della proposta.

2.    Dovrà, inoltre, presentare apposita dichiarazione, a firma del legale rappresentante, con la quale il soggetto interessato si impegna a sottoscrivere il protocollo d'intesa indicato al punto 5.1 lettera g.4 del bando regionale di gara.

 

C)    INTERVENTI PRIVATI

1.    Il bando regionale, pubblicato nel B.U.R.P. n. 81 del 29/06/06 e modificato con Deliberazione di Giunta Regionale n.1542 del 13.10.2006, per l'accesso ai finanziamenti per la riqualificazione delle periferie (PIRP), comprende anche interventi edilizi di recupero:

-        ad opera di privati, in possesso degli usuali requisiti della Edilizia Convenzionata e Agevolata, che recuperino la propria prima casa per la loro famiglia; 

-        ad opera di privati che recuperino abitazioni da concedere in locazione per almeno 12 anni con i canoni previsti dalla deliberazione di G.R. n. 693 del 16-05-2003, a soggetti aventi i requisiti per l'accesso alla Edilizia Convenzionata. 

2.    Ai privati, in possesso dei requisiti soggettivi della Agevolata-Convenzionata, per chi recupera la propria abitazione e agli altri che concedono gli alloggi in locazione la Regione erogherà con le usuali modalità per tale Edilizia, un contributo max di Euro 25.000 ad alloggio ricavato, applicando i limiti massimi di costo vigenti. Le risorse previste dal PIRP possono, inoltre, essere utilizzate dall'amministrazione per l'acquisizione di aree o immobili per la realizzazione degli interventi di:

-        recupero di alloggi di cui all'art.3 del D.P.R. 6 giugno 2001, n.380, lett. b), c) e d),

-        recupero e costruzione di opere di urbanizzazione primaria e secondaria.

3.    Nei casi sopra descritti, la richiesta di inserimento nel PIRP presentata da soggetti privati dovrà contenere:

§       il modulo predisposto indicante la manifestazione di interesse;

§       progetto preliminare, contente:

1.    relazione tecnico descrittiva delle opere in cui si prevede l'intervento, con particolare attenzione agli interventi per la riduzione dei consumi energetici ed all'uso di fonti di energia rinnovabile;

2.    documentazione grafica, comprendente:

-        planimetria generale 1:500;

-        piante in scala 1:100 o 1:200 se immobili di grandi dimensioni;

3.    documentazione fotografica;

§       relazione tecnico-amministrativa, comprendente:

1.    dati catastali identificativi dell'area o dell'immobile;

2.    elementi atti a certificare la fattibilità e/o la concreta realizzazione dell'opera;

§       piano finanziario, comprendente:

1.    computo metrico di massima;

2.    quadro economico con evidenziazione dell'importo del finanziamento privato;

§       cronoprogramma dell'intervento.

4.    Nel caso di manifestazione di interesse presentata da soggetti privati, gli stessi devono trasmettere apposita dichiarazione con la quale si impegnano ad allegare al protocollo d'intesa, da sottoscriversi entro il 30.04.07, polizza fideiussoria a favore del Comune di importo pari al 10% del totale apporto delle risorse private (NB I sottoscrittori accettano espressamente che la polizza venga escussa e incamerata dal Comune, senza necessità di instaurare procedimenti in contraddittorio, ove gli stessi non intervengano alla firma delle convenzioni).

5.    Le proposte di partecipazione, unitamente agli altri documenti richiesti nel presente avviso, dovranno pervenire al protocollo comunale, a mezzo plico chiuso e controfirmato su lembi di chiusura, riportante l'indicazione del mittente, a mezzo raccomandata, agenzia di recapito o consegnata a mano, entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 20 aprile 2007, a pena di esclusione.

 

D)    PROCEDURE D'INSERIMENTO NEL PROGRAMMA PIRP

Se valutate rispondenti agli obiettivi dell'Amministrazione comunale, ai contenuti del bando regionale ed ai criteri del presente avviso, il Responsabile del Procedimento inviterà i soggetti proponenti a formalizzare la proposta, anche modificata secondo gli indirizzi dell'Amministrazione, corredandola con eventuali ulteriori documenti o elaborati.

In tal caso i soggetti proponenti dovranno formalizzare la proposta, integrata da atto unilaterale d'obbligo, reso a firma autentica e con data certa, che definisca l'intervento, l'impegno finanziario, e la durata di validità, allegando alla stessa la polizza fidejussoria di cui al comma 4 del precedente punto C)  .

 

E)    CLAUSOLE DI SALVAGUARDIA

Il presente avviso non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell'art. 1336 del C.C., non è impegnativo per l'Amministrazione comunale e non è impegnativo per i soggetti che dovessero aderire all'invito, prima della formalizzazione dell'offerta, come stabilito nel precedente punto 3. Nulla è dovuto dall'Amministrazione comunale, anche a titolo di rimborso delle spese sostenute, ai soggetti proponenti le cui proposte non dovessero risultare inserite nel programma o per le quali non si dovesse dar corso alla procedura di approvazione, o la stessa procedura di approvazione non si dovesse concludere in senso positivo.

L'inclusione delle proposte d'intervento all'interno del programma non costituirà in ogni caso approvazione della proposta di intervento, la cui effettiva attuabilità è condizionata alla positiva conclusione dell'intera procedura di approvazione e finanziamento del programma stesso. In caso contrario, o in caso di modifica, in corso di procedura, del programma, che comporti l'esclusione della proposta privata, la stessa proposta è da considerarsi automaticamente decaduta. Su tutto il procedimento di formazione, approvazione e attuazione del programma, sono fatte salve e impregiudicate le competenze e l'autonomia della Giunta e del Consiglio Comunali.

 

 

Novoli, lì 04.03.2007

                                                                                            il Responsabile del Procedimento

                                                                                                    ing. Giuseppe Carrone

 

  • Numero: 1
  • Periodo: 10.04.07 fino a 20.04.07
  • Gara deserta: No

Dati riservati

Dati visibili esclusivamente agli utenti registrati del portale.

X
Torna su