Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Bando VP/2014/001 - Sostegno al dialogo sociale europeo

Bando 2014 "Linea di bilancio 04.03.01.08 - Dialogo sociale e relazioni industriali"

  • Data: 23.04.14
  • Categoria: Sportello Europa
  • Autore/Fonte: Commissione europea - Sito Web Europa - DG EMPL

Dettagli della notizia

 

 Obiettivo generale del bando

Promuovere lo sviluppo del dialogo sociale a livello interprofessionale e settoriale attraverso attività di scambio di informazioni, consultazione, negoziazione e azioni congiunte.

 

Azioni

· Attività per predisporre il dialogo sociale europeo, quali sondaggi preparatori, incontri e conferenze;

· Attività intese come parte del dialogo sociale ai sensi dell'articolo 154 e 155 del TFUE, quali negoziazioni, incontri preparatori per negoziazioni o attività relative all'implementazione di accordi e altri risultati negoziati;

· Attività volte a implementare i programmi di lavoro delle parti sociali europee (come l'organizzazione di tavole rotonde, scambi di esperienze e reti di operatori chiave);

· Attività volte a monitorare ed esaminare le attività e i risultati del dialogo sociale europeo, quali conferenze e altre iniziative atte a diffondere e valutare i risultati del dialogo sociale europeo attraverso eventi a livello europeo o nazionale, o attraverso studi e pubblicazioni (in formato cartaceo o elettronico);

· Attività volte a migliorare il coordinamento, il funzionamento e l'efficacia del dialogo sociale europeo attraverso l'individuazione e lo sviluppo di approcci congiunti da parte delle commissioni del dialogo sociale, come lo scambio di buone pratiche e i relativi eventi comuni per la formazione;

· Attività volte a rinforzare la capacità delle parti sociali a contribuire al dialogo sociale europeo con particolare attenzione ai nuovi Stati membri e ai Paesi candidati (quali seminari informativi e di formazione);

· Attività da parte delle parti sociali che contribuiscono all'occupazione e alle dimensioni sociali della Strategia Europa 2020, compreso il monitoraggio e l'analisi del suo impatto sui mercati del lavoro;

· Attività volte a sostenere le parti sociali europee, con l'impegno e il contributo delle commissioni del dialogo sociale nel valutare l'impatto dell'occupazione e le dimensioni sociali delle iniziative dell'Unione Europea.

 

Beneficiari

Organizzazioni delle parti sociali, organizzazioni operanti nel campo delle relazioni industriali (organizzazioni non profit, università, istituti/centri di ricerca, reti non profit di organizzazioni dei lavoratori e delle imprese), autorità pubbliche, organizzazioni internazionali attive nel campo delle relazioni industriali e del dialogo sociale.

 

Entità contibuto

Il contributo UE può coprire fino al 90% dei costi totali ammissibili del progetto (in alcuni casi fino al 95% dei costi). La sovvenzione richiesta non deve essere inferiore a € 108.000.

 

Modalità e procedura

 

Eleggibilità

- il richiedente deve essere una persona giuridica regolarmente costituita. Sono anche ammesse le organizzazioni delle parti sociali prive di personalità giuridica, a condizione che vengano rispettate le condizioni del Regolamento Finanziario;

- il richiedente deve rientrare in una delle seguenti categorie: parti sociali, organizzazioni connesse alle relazioni industriali, autorità pubbliche, organizzazioni internazionali;

- il richiedente deve avere la sede sociale in un paese dell'Unione Europea;

- il co-richiedente deve avere la sede sociale in un paese dell'Unione Europea o in uno dei paesi candidati.

I progetti devono essere realizzati da una partnership escluso il caso in cui siano presentati da un'organizzazione internazionale o di livello europeo. Pertanto (oltre al lead applicant) devono coinvolgere come "co-applicant", "affiliated entity" o "associated organisation" organizzazioni stabilite in altri Stati membri UE e/o in Paesi candidati.
E' comunque richiesto il coinvolgimento, come co-applicant o associated organisation, di organizzazioni delle parti sociali di livello europeo, salvo che il progetto sia presentato da un organizzazione internazionale.

 

Durata complessiva del progetto

I progetti devono avere inizio entro il 31/12/2014 con durata massima di 24 mesi.

In via eccezionale è prevista una durata maggiore per quelle azioni direttamente collegate ai risultati del dialogo sociale europeo – come gli accordi – che coprono l'intero ciclo di implementazione e valutazione di tali risultati.

Il formulario elettronico e ulteriori documenti necessari per la presentazione dei progetti sono reperibili alla pagina web di riferimento per il bando

 

Scadenza

- 02 maggio 2014

- 25 agosto 2014

 

Risorse finanziarie disponibili

€ 8.500.000

 

Aree geografiche coinvolte

UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Paesi candidati all'UE (aggiornato luglio 2013) - Islanda, Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Turchia e Serbia.

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina